≡ Menu

Rimedi naturali gatti, Dalle punture di insetto alla prevenzione di dermatiti

Rimedi naturali gatti

Rimedi naturali gatti, Punture di api e vespe in poche mosse e non solo

In questo articolo vi andrò a suggerire alcune soluzioni capaci di curare piccoli e grandi disagi che possono colpire i nostri amici a quattro zampe, dalle punture di insetto fino a consigli sui rimedi naturali efficaci per prevenire brutte malattie che possono mettere a rischio la loro salute.

Pochi animali sono curiosi quanto i gatti, questo li porta ad entrare in contatto fin troppo ravvicinato con insetti pericolosi quali api e vespe. Nel caso il gatto venisse punto da un’ape, una volta rimosso il pungiglione, la puntura va trattata con una soluzione tiepida di acqua e bicarbonato di sodio. Nel caso in cui l’indiziata fosse una vespa (generalmente la vespa non lascia il pungiglione) va curata con dell’aceto.

Per far sì che i nostri gatti non si ammalino e si mantengano in perfetta salute sarebbe bene inserire nella dieta alcune sostanze:

  • Olio di canapa: previene dermatiti, asma,bronchite,enfisema.
  • Olio di semi di ribes nero:  combatte le riniti, l’asma ed è un ottimo antinfiammatorio, tonico fisico e ricostituente nervoso.
  • Succo o polvere di mirtillo: riduce la possibilità di infezioni o ostruzioni alle vie urinarie
  • Taurina: è un elemento fondamentale per la sopravvivenza del gatto è presente maggiormente in carne, uova e pesce. Non abbondare in caso di somministrazione tramite integratori per evitare problemi gastrointestinali.
  • Reishi o Ganoderma Lucidum: antiallergico e antivirale ha un’importante funzione per mantenere efficiente il sistema cardiovascolare e molti valori sanguigni.

Se doveste avere difficoltà a far ingerire al vostro gatto alcune sostanze tramite il cibo o direttamente per via orale, possiamo “ingannare” il nostro amico mettendo la sostanza sul dorso della zampa in modo tale che cercando di pulirsi ingerisca ciò che non riuscivamo a fargli deglutire.

Infine consiglio a tutti di utilizzare ciotole di vetro o ceramica a discapito di quelle in plastica che sono più predisposte ad ospitare colonie di batteri dannosi per i nostri amati gatti.

Questi consigli mi sono stati dati da un caro amico, Simone Caffu’.

{ 0 comments… add one }

Leave a Comment


+ 4 = cinque